Piccola storia sull'Emo (ita)

Sul vecchio nextpunk c'era stata la polemica sugli "Emo", ma cos'è l'emo? Scrivo questa piccola documentazione per evitare malintesi, per chiarire il termine "emo" e per vedere un po' da dove viene questo stile musicale... Le informazioni contenute in questo testo arrivano da fonti attendibili, ovviamente americane in quanto l'emo è nato negli States. Potete andare a leggere voi stessi i documenti originali sui quali mi sono basato e in fondo sono elencati tutti i link di riferimento per quanto trovate scritto.

Short history of Emo

Siamo agli inizi degli anni '80 negli stati uniti. Dopo il Boom del '81 a Washington DC, capitale, con lo scioglimento del gruppo culto hardcore punk Minor Threat nel '83, sembra che la scena hardcore punk cominci a mancare di idee nuove, suoni, oltre al "DC hardcore sound" che si era stabilito negli anni precedenti. L'uscita di "Salad Days" il 7" di Minor Threat, un buon disco dove si sente il desiderio di qualcosa di nuovo, pianta l'ultimo chiodo nella bara del hardcore punk washingtoniano. Gruppi di tutto il paese cominciano a provare cose nuove da fare, i Bad Brains tendono verso il metal (cheeze-metal), i gruppi New Yorkesi fanno roba più dura (cosidetto "tough-guy mosh"), insomma era in atto una bella vena di cambiamenti, alla ricerca di qualcosa di diverso dall hardcore punk classico "DC sound", cercando di integrare altri stili alternativi prendendo spunto da gruppi come U2. A Washington DC il cambiamento principale è in direzione rock melodico, con sensibilità punk.

L'anno 1984 marca l'uscita di "Zen Arcade" del gruppo Hüsker Dü di Minneapolis, con il loro nuovo suono maturo, combinando voce intensa e furiosa e chitarre veloci con ritmo rock rallentato e delle liriche melodiche più complesse. Piano piano si focalizza un nuovo stile, non ancora ben definito.

Nella primavera del '84 una nuova band di nome "Rites Of Spring" formata da membri degli Untouchables, Faith e Deadline. Questo gruppo mantiene la velocità e la violenza del punk hc, ma porta un approccio vocale completamente nuovo. Il cantante del gruppo Guy Picciotto (origini mafiose?) mantiene uno stile punk mozzafiato, ricercando però delle liriche intensamente personali, traboccanti di emozioni e fatica. La sua voce cambia in certi momenti in un gemito profondo e passionale, molto più emozionale del punk, dal profondo dell'anima.

L'estate del 1985 diventa famoso come "Revolution Summer", l'estate delle rivoluzioni, quando una nuova onda di gruppi a ritmo rock e basato sul melodico escono dalla scena punk di Washington DC con diversi suoni rock, gruppi come Three, Gray Matter, Soulside, Ignition, Marginal Man, Fire Party, Rain, Shudder to Think....Alcuni gruppi mantengono il suono veloce e basato sull hc punk combinato con il nuovo approccio vocale, da notare Dag Nasty come notevole eccezione.

Il cantante di Minor Threat, Ian MacKaye, canta in un gruppo chiamato Embrace, le quali liriche sono emozionali e autointerrogative, ma sempre chiare e ambigue. Musicalmente il gruppo scrive musica a medio tempo (velocità), con un sacco di agganci alla chitarra pop. Il cantato di MacKaye mantiene la sua originalità o meglio, il suo marchio, con scatti occasionali di emozionalità, ma pur sempre una nota di hardcore punk.

Il suono di queste band viene finalmente conosciuto e diffuso come il classico "DC Sound". Alcuni lo etichettano derisoriamente come "Emo", derivato di "Emotional". Ufficialmente il termine "emo" è apparso per la prima volta in un intervista di Flipside al cantante Ian MacKaye; poco dopo le band di DC acquisiscono l'etichetta di "Emo-Core".

Un po' più tardi, nel 1986, alcuni gruppi cominciano a focalizzarsi sull'elemento emo stesso. Il gruppo The Hated di Annapolis sembra essere stato il primo ad avere questa tendenza dopo i Rites Of Spring. Poco dopo appare un altro gruppo nella stessa citta, Moss Icon. Moss Icon spogliano l'elemento "emo" fino al nocciolo, aggiungendo un buona gamma di melodie di chitarra intricate, arpeggiate, con una forte focalizzazione su dinamiche alte(nel senso del volume a balla) ma morbide. Anche le vocali trovano un nuovo stile, arrivando all'attuale grido a pieni polmoni ai punti culminanti delle canzoni.

Moss Icon, diventati abbastanza conosciuti, girano e fanno concerti introducendo la scena punk alla musica con enfasi centrale sull emozione anziche sull energia del punk, appunto l'emo. Vengono considerati il punto di partenza del movimento emo, e non i Rites Of Spring come viene comunemente raccontato. Gruppi emo nati successivamente hanno preso molto dalle dinamiche dei Moss Icon, stile della chitarra e voce.

Quindi emo non ha niente a che fare con la classica immagine dell "emo" che vediamo noi, il ragazzino figlio di papà (o no) che piagnucola i suoi problemi su melodie mielose e parla solo della ragazza che l'ha lasciato, di quella che vorrebbe avere, ecc... Emo è un vero e proprio movimento musicale (e non culturale) derivato direttamente dall hardcore punk, e non dal pop come pensano molti, mantenendo una certa linea musicale del punk rock ma cambiandone i concetti, lasciando il punk, cambiando gli argomenti e creando uno stile proprio più adatto a quello che la nostra parte emotiva ha da dire. Infatto per testi emo si intendono dei testi si che parlano di emozioni e si basano piuttosto sulla persona e sulla personalità che su quello che succede nel mondo, quello che non ci va, sulla politica come il punk. Emo non è una cosa a sè, é un mix derivato da varie influenze rock e hardcore punk, ma non ha niente a che vedere con i vari gruppetti pop-punk che vengono comunemente chi! amati emo( qui da noi), that's a big mistake!! Per completare un po' il tutto vi do dei link dei gruppi sopracitati cosi potete avere un assaggio di emo e emocore, e magari vi piace anche! (Precisazione: per chi non lo sapesse "core" dall'inglese "nucleo", "centro")
Cedro

Questa piccola ricerca storica è tratta e tradotta dal sito di www.fourfa.com

Share