Punk Rock Holiday: è davvero il miglior festival punk al mondo?

È terminato da pochi giorni il Punk Rock Holiday, definito da più parti come il miglior festival punk rock al mondo nella più bella cornice al mondo. Il festival che si tiene ogni anno in Slovenia in quel di Tolmin è giunto ora alle sesta edizione (la prima si tenne nel 2011).

Ma è davvero il miglior festival punk rock al mondo? Ci sono molti aspetti da tenere in considerazione ma la risposta risulta per noi essere molto semplice...assolutamente si!

E vi spieghiamo subito il perchè.

Innanzituttto è organizzato in maniera encomiabile e vi diciamo che potrebbe fare scuola a tutti i festival punk in giro per l'europa. A Tolmin nulla è lasciato al caso e non ti viene fatto mancare nulla. Dal camping alle docce, dai bar e alla ristorazione, dai punti informazioni e lost & found, tutto è veramente organizzato a regola d'arte. Quest'anno hanno anche pensato bene di aggiungere un bel'ATM bancomat da cui poter prelevare in caso di bisogno. Niente male per essere un festival punk eh?

In secondo luogo, nonostante il sold out, è un festival medio-grande che ha raggiunto la sua dimensione massima con un affluenza totale di circa 5000 persone. Questo significa che sia nel beach stage, che nel main stage, la presenza del pubblico non è quasi mai asfissiante e si riesce senza alcun tipo di problemi a muoversi facilmente durante i concerti dal fronte del palco al bar (proprio come piace me :-) ).

Il palco principale è l'ideale per un concerto punk, senza transenne e divisioni nette tra pubblico e bands, è possibile tranquillamente salire sul palco per fare stagediving con la sicurezza che interviene solo in caso di effettiva necessità!

Il beach stage invece, dove suonano le newcomer bands al pomeriggio è immerso in una cornice stupenda in riva al fiume ed è sempre pieno di gente che tra un drink e un bagno è pronta a supportare e ad essere ricettiva nei confronti delle bands meno conosciute (ma sempre valide!).

E infine non da ultimo, lo stesso pubblico!! In 5 giorni non ho assistito a nessuna scena di degrado e a nessuna rissa come spesso purtroppo avvengono ad altri concerti ma tutto l'opposto. All'interno dell'intera area del festival si respira davvero un grande senso di unità e amicizia.

La line up è anche molto variata capace di soddisfare tutti i gusti ma con una predominanza di bands melodiche. Ma vi posso assicurare che di fronte a un festival così anche la line-up passa in secondo piano. Non per niente quest'ultima edizione ha visto il SOLD OUT ancora prima che fossero annunciate tutte le bands. Il pubblico con il passare degli anni si è infatti affezzionato a questo festival e si fida degli organizzatori. Non vai al punk rock holiday solo perchè vuoi vedere la tua band preferita ma vai al punk rock holiday perchè sai che passerai 4-5 giorni indimenticabili. Se ami il punk rock con il punk rock holiday vai sul sicuro e sarai certo di restare soddisfatto qualsiasi sia la line up del festival.

Al punk rock holiday incontri poi gente di ogni età e di ogni estrazione sociale, dalle famiglie di punkrockers con bambini al seguito, dagli adulti fino agli adolescenti gasati per ogni band che sale sul palco.

Non per niente chi va al punk rock holiday poi ci torna l'anno dopo creando un vero zoccolo duro del festival che anno dopo anno si ritrova a Tolmin per il punk rock holiday.

Chiudo con la menzione di un giovane ragazzo neanche ventenne, sempre presente di fronte al palco ad ascoltare tutte le bands,

che ho visto indossare ancora al polso il braccialetto dell'edizione del 2014, quella che fu probabilmente la sua prima edizione,...a dimostrazione del fatto che il punk rock holiday lascia davvero il segno indelebile!

See you the next year.

Dexter

 

 

Share